Virus di notte n.1

Una notte insonne.

Bulgakov
Buzzati
Borges
Bergman
quante B
Benedetto, la radice del nostro mondo
Baskerville e i pochi libri che salvava
alla fine ci manca un piano B.

L’uomo è mortale, ma questo è ancora il meno.
Il guaio è che può morire all’improvviso, è qui il punto!
E in generale non può dire che cosa farà la sera.

I sette messaggeri

Il miracolo segreto

Max von Sydow che ha finito la partita

Ho seminato duemila semi,
generato duemila figli,
versato duemila rivoli,
iniziato duemila storie
_ forse un germoglio durerà?

– il tempo non gli sarebbe bastato
a chieder perdono per ogni peccato – 
Ma adesso la notte è finita,
il protomedico può riposare,
un altro giro di giostra.
Look at me, Harry.
Poco prima delle sette, alla fine, mi sono alzato,
ho fatto la doccia, allacciato la camicia di cotone
ho scritto qualche frase su Twitter,
le ho copiate su Kemia

adesso faccio il caffè.
@CanonF1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *